Utilizziamo cookie tecnici e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione e bloccare i Cookie, consulta la nostra informativa.

Sistema di sanificazione attiva Dust Free

I moduli Dust Free generano ioni iossidanti naturali i quali, trasportati dal flusso dell'aria, sono in grado di distruggere gli agenti inquinanti che incontrano sia nei canali che in ambiente

Agisce in maniera attiva 24 ore su 24 nell'aria e sulle superfici

Micropure

Air Knight

FC Unit

Presentazione

Il problema

Nella nostra società si trascorre fino al 90% del proprio tempo in luoghi chiusi ed il 30-40% di questo si passa nei luoghi di lavoro.
L'aria che respiriamo negli ambienti indoor è trattata e distribuita dagli impianti di distribuzione aeraulica che spesso diventano elemento di contaminazione dell'aria.

Dati statistici

Da indagini statistiche effettuate su un campione significativo di edifici* è emerso che:

  • il 65% delle canalizzazioni è contaminato
  • il 65% degli impianti non fornisce un adeguato ricambio dell'aria
  • nel 35% degli edifici campionati sono stati riscontrati problemi di allergie
  • il 10% degli edifici campionati è infetto da batteri patologici
  • nell' 8% degli edifici campionati sono state rilevate nell'aria particelle di fibre di vetro
  • nel 4% degli edifici campionati è stata rilevata nell'aria il monossido di carbonio prodotto dal traffico veicolare

* Sono stati campionati n° 112 edifici, aree di riferimento: Nord Italia.

I rischi di un ambiente scarsamente sanificato

La tecnologia PCO™ è il principio alla base dei prodotti di sanificazione attiva Dust Free. Il potenziale di azione legato alla reazione fotochimica che in essi si verifica conduce ad una sanificazione anche dei canali stessi, che spesso sono il nido di muffe e batteri in grado di causare la diffusione di malattie ed allergie, soprattutto in ambiente lavorativo.

Nel tempo, infatti, i canali possono facilmente divenire preda di microrganismi quali batteri, muffe e funghi che grazie al trascinamento dell'aria aumentano sensibilmente il potenziale contagio tra persone presenti nello stesso ambiente.

A differenza delle tipiche azioni di «bonifica» dei canali, che sarebbe consigliabile venissero effettuate comunque al fine di eliminare il particolato depositatosi nel corso del tempo, l'installazione dei moduli Dust Free permette di aggredire e distruggere in maniera continua i microrganismi nocivi sia all'interno dei canali stessi che in ambiente, evitando la proliferazione dei batteri e soprattutto la ricontaminazione che può avvenire anche a distanza di poco tempo.

Tecnologia PCOTM

La tecnologia PCO TM (Photocatalytic Oxidation), meglio conosciuta come ossidazione fotocatalitica, è stata sviluppata ed utilizzata dalla NASA per la sanificazione degli ambienti destinati alle missioni aerospaziali, dove una delle prerogative principali è la qualità e la salubrità dell’aria.

La tecnologia PCO TM imita e riproduce ciò che avviene in natura mediante la fotocatalisi, un processo che grazie all’azione combinata dei raggi UV del sole, dell’umidità presente nell’aria e di alcuni metalli nobili presenti in natura, genera ioni ossidanti in grado di distruggere la maggior parte delle sostanze inquinanti e tossiche.

La reazione fotochimica che si genera grazie alla PCO TM permette quindi di distruggere con un principio naturale attivo le sostanze inquinanti, in particolare batteri, virus, muffe.

I moduli Dust Free, investiti dal flusso dell’aria, generano una reazione fotochimica che lega una molecola aggiuntiva di ossigeno (O) a quelle preesistenti di idrogeno ed ossigeno dell’umidità presente nell’aria (H2O), generando così perossido d’idrogeno.

Il perossido d’idrogeno (H2O2), più comunemente noto come acqua ossigenata, generato dalla reazione fotocatalitica in quantità minime – non superiori ai 0.02 PPM – possiede un’efficacia molto elevata nella distruzione della carica microbica, sia nell’aria che sulle superfici.

Com'è fatto il Modulo

La tecnologia PCOTM dei moduli DUST FREE sfrutta l'azione combinata dei raggi di una speciale lampada UV con una struttura catalizzatrice costituita da una lega metallica con matrice a nido d'ape, composta principalmente da Ti02 (biossido di titanio) e altri metalli nobili in misura inferiore.

L'aria, carica di umidità (H20), attraversa il modulo Dust Free composto da una lega quadri o pentametallica. Grazie all'azione di una lampada UV ad alta intensità, si avvia una reazione fotochimica di ossidazione che lega una molecola di ossigeno in più a quelle di H20; il perossido d'idrogeno (H202), diffuso nell'ambiente circostante, consente una sanificazione sicura, efficace e soprattutto completa, in quanto è in grado di distruggere gran parte dei composti inquinanti quali batteri, virus, muffe, allergeni e odori.

Per un funzionamento ottimale, l'umidità relativa presente in ambiente dev'essere pari almeno al 20%.

Perchè Sanificazione Attiva

Il perossido d'idrogeno generato dai moduli DUST FREE è in grado di distruggere gran parte dei composti inquinanti quali batteri, virus, muffe, allergeni e odori.

Diffuso e trascinato dal flusso dell'aria il perossido d'idrogeno rende efficace la sua azione di sanificazione sia sulle superfici dei condotti, sia nell'aria ambiente e per caduta anche sulle superfici dei locali trattati.

Differenze con altre tecnologie

SISTEMI PASSIVI

Più o meno efficaci limitatamente all’ambiente in cui vengono installati.


SISTEMI ATTIVI

Grazie agli agenti OSSIDANTI che genera la PCO si ha un effetto sanificante, non solo nel punto in cui viene installato il modulo ma sull’intero circuito aeraulico ed anche negli ambienti trattati.

Con la reazione fotocatalitica, l’H2O2 generato è in grado di attaccare e distruggere la struttura molecolare degli agenti inquinanti, sottraendo protoni alla cellula e generando una ricombinazione idrica.

Installazione del modulo

I moduli di sanificazione attiva Dust Free (Micropure ed Air Knight) vanno installati nel condotto di aereazione a valle dell'UTA in modo che il flusso d'aria investa ed attraversi correttamente il modulo.

I moduli di sanificazione attiva Dust Free (Micropure ed Air Knight) possono essere installati in un qualunque sistema HVAC, collocandoli in un plenum o direttamente al di sopra dell'unità di ventilazione. Qualora sia necessario installare unità multiple nella stessa area del plenum, è consigliabile distanziare le unità in modo da permettere a queste ultime di incontrare correttamente il flusso dell'aria.

Test di laboratorio

Studi e ricerche scientifiche dimostrano i benefici delle tecnologia PCOTM

I test, condotti da laboratori ed università americane,dimostrano l’efficacia della tecnologia a ossidazione fotocatalitica nell’abbattimento della carica batterica presente in ambiente. I test sono stati effettuati lungo un arco temporale di 24 ore.

Studio effettuato da un’università tecnica di settore

TEST MICROBIOLOGICI condotti tramite capsule PETRI.
LOCALE CHIUSO CON CUBATURA DI CIRCA 35m3:

Oggetto dei test di laboratorio

BOX DOTATO DI:

  • n° 1 modulo Dust Free
  • n° 1 Ventilatore
  • n° 1 bocchetta di mandata
  • n° 1 bocchetta di ripresa

Disposizione delle piastre contaminate in ambiente:

  • Esterna in ambiente
  • Interna al box
  • Esterna in ambiente
  • Esterna in ambiente

Il test è stato allestito in un locale chiuso avente una cubatura di circa 35 m3. In questo ambiente, sono state effettuate prove di contaminazione di terreni di coltura agarizzati, sterili o inoculati con i microrganismi prescelti in capsule Petri.

TEST 01

Con il solo terreno sterile [verginei si è voluta monitorare la carica microbica presente nell'ambiente sia in presenza che in assenza di PCO-001 dove la prima rappresenta il controllo della prova.

RISULTATO
La carica microbica depositata sulle piastre contenenti terreno agarizzato durante il trattamento con PCO-001 è nettamente inferiore a quella che si deposita quando nell"ambiente non è presente il dispositivo. La differenza di contaminazione tra il campione ed il controllo è risultata tanto piu marcata quanto maggiore era il tempo esposizione delle piastre. É possibile stimare che dopo 24 ore di trattamento la carica microbica [trattasi in prevalenza di muffe normalmente presenti nell'ambiente) riscontrata sul terreno agarizzato in presenza di PCO-001 è circa 100 volte inferiore [2 logl a quella del controllo cioè a quella presente su di una piastra lasciata nello stesso ambiente ma non in presenza di Dust Free.

TEST 02

Nel secondo test, viene utilizzato il terreno di coltura previamente inoculato con un microrganismo, per saggiare la capacità del dispositivo Dust Free di abbattere la carica microbica iniziale di una matrice contaminata.

RISULTATO
Il test n°2 eseguito su piastre inoculate con un numero noto di colonie di E. coli trattate in un ambiente di dimensioni ridotte con una soffiante di potenza contenuta ha permesso di valutare l'efficacia del dispositivo in queste condizioni su una forma batterica. Infatti anche per tempi brevi di trattamento [1 hl si ha una drastica riduzione della carica microbica. È possibile affermare con certezza che dopo 4 h di trattamento si ha un abbattimento pressoché totale della carica microbica inoculata al tempo zero.

Riferimenti normativi

RIFERIMENTO 1: Testo Unico D.L. 81/2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (30 Aprile 2008) - Allegato IV – Requisiti dei luoghi di lavoro - 1.9 Microclima 1.9.1.4. Gli stessi impianti devono essere periodicamente sottoposti a controlli, manutenzione, pulizia e sanificazione per la tutela della salute dei lavoratori.
1.9.1.5. Qualsiasi sedimento o sporcizia che potrebbe comportare un pericolo immediato per la salute dei lavoratori dovuto all’inquinamento dell’aria respirata deve essere eliminato rapidamente.

A livello normativo bisogna quindi prevedere con cadenza minima annuale l’ispezione degli impianti per verificarne i requisiti igienici di idoneità.

RIFERIMENTO 2: Linee Guida emesse dalla Presidenza del Consiglio (Conferenza Permanente Stato-Regioni) “Procedura operativa per la valutazione e gestione dei rischi correlati all’igiene degli impianti di trattamento aria” del 7 febbraio 2013.

L’ispezione (visiva/tecnica) egli impianti, soltanto una volta verificato che i valori di igienicità non risultino conformi a quanto previsto dalla normativa, porta necessariamente a procedere con le operazioni di sanificazione e bonifica degli impianti stessi, operazioni costose ed invasive che dovranno ripetersi ogni qualvolta gli impianti dovessero risultare nuovamente non conformi con le ispezioni annuali successive.

Benefici dei moduli Dust Free

L'installazione dei moduli Dust Free consente di mantenere sanificato nel tempo l'impianto aeraulico con un'unica operazione iniziale, quindi non rappresenta un semplice intervento intervento ad effetto continuativo.

L'.unica operazione di manutenzione necessaria a mantenere costante l'efficacia dei moduli Dust Free consiste nella sostituzione delle lampade a raggi UV con cadenza biennale.

L'installazione dei moduli Dust Free permette anche di ridurre la periodicità degli interventi di pulizia in quanto gli ioni ossidanti generati dall'ossidazione fotocatalitica evitano e riducono in maniera drastica l'aggregazione dei cluster di polvere. Risulta comunque necessaria ed imprescindibile una corretta manutenzione degli impianti con particolare attenzione a:

  • Unità di trattamento dell'aria
  • Sezioni di filtrazione

L'installazione dei moduli Dust Free permette quindi di ridurre in maniera considerevole le operazioni di sanificazione e bonifica dei canali in quanto la proliferazione batterica e di muffe viene aggredita in maniera continua dall'effetto attivo dell'ossidazione fotocatalitica.

Inoltre i depositi di polvere sulle superfici dei canali, oggetto di eventuali prelievi a campione, risulteranno nel tempo decisamente più contenuti in quanto gli ioni ossidanti generati dai moduli evitano in maniera continua l'aggregazione dei cluster di polvere.

Conclusioni

In breve, i benefici connessi all'installazione dei sistemi Dust Free con tecnologia PCOTM possono così riassumersi:

  • Eliminazione di germi, batteri e virus, i quali, proliferando, causano il diffondersi di malattie ed allergie.
  • Eliminazione degli odori nell'ambiente.
  • Riduzione delle microparticelle nocive presenti nell'aria, compreso il particolato ultra fine non trattato generalmente dai comuni filtri.
  • Riduzione dei cluster di polvere.
  • Migliore qualità generale dell'aria interna.
  • Trattamento attivo delle superfici, dei canali e degli ambienti.
  • Riduzione degli interventi periodici le dei relativi costi) previsti per la pulizia dei canali aeraulici.
  • Riduzione degli interventi le dei relativi costi) previsti per la sanificazione e bonifica dei canali aeraulici.

Settori di utilizzo

ALIMENTARE/TRASPORTI ALIMENTARI

Eliminazione di muffe e batteri. Miglior conservazione = più freschezza e qualità.

INDUSTRIALE

Sanificazione di canali ed ambienti con abbattimento degli inquinanti chimici/biologici. Ambiente di lavoro più salutare.

MEDICALE/OSPEDALIERO

Abbattimento della proliferazione di batteri. Ambiente sanitario meno esposto alla contaminazione batterica.

RESIDENZIALE IMPIANTI VMC

Eliminazione di batteri, allergeni ed odori. Ambiente più salutare e confortevole.

UFFICI/LUOGHI DI LAVORO

Eliminazione di batteri, allergeni ed odori. Diminuzione del tasso di malattia.

RISTORANTI/ALBERGHI

Eliminazione di odori e batteri. Permanenza nei locali più gradevole e duratura.

TRASPORTI

Eliminazione dei batteri. Minore esposizione alla contaminazione batterica. Ambiente più salutare e confortevole.


Air Control Srl - Via Luigi Biraghi 33 - 20159 Milano - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -  P.Iva 04805320969 - R.E.A. di Milano n. 1773730
Design by Soteha Srl | SEO by NAXA